Il World Gold Council e la riforma del fixing di Londra

 

World Gold CouncilIl Consiglio mondiale dell’oro, l’organismo per lo sviluppo del mercato per l’industria dell’oro, ha annunciato oggi il lancio di un forum di discussione sull’industria aurifera per esplorare la riforma del fixing di Londra. La prima discussione sarà il 7 agosto a Londra.

L’Autorità per la condotta finanziaria (FCA) sarà presente e sul banco degli osservatori, oltre ai rappresentati delle banche commerciali, delle raffinerie, ETF e altri promotori di prodotti d’investimento sull’oro, del mercato, delle banche centrali e delle società minerarie saranno invitate a partecipare individualmente.

Natalie Dempster, direttrice generale per le politiche pubbliche e delle banche centrali al Consiglio mondiale dell’oro, ha fatto commentato:
«Il fixing è stato creato circa un secolo fa, e non sorprende sapere che ha bisogno di modifiche per soddisfare le attese del mercato attuale in materia di regolamentazioni, di trasparenza e tecnologia. La sua modernizzazione è un imperativo affinchè la fiducia permanga all’interno del settore.

Questa riforma di modernizzazione è incaricata di modificare il fixing affinchè sia in linea coi principi dell’OICV, altrimenti un altro sistema di prezzi di riferimento dovrebbe emergere. Il nostro obiettivo è assicurarsi che le analisi e le prospettive di mercato di ognuno dei membri della catena d’approvvigionamento siano rispettate, comprese e che abbiano un peso per ogni cambiamento potenziale. Tutte le riforme del fixing saranno attuate per soddisfare i bisogni dei partecipanti al mercato e dovranno allinearsi alle richieste attuali di trasparenza, liquidità e controllo indipendente».

In seguito ad una discussione con alcuni attori del mercato, il Consiglio mondiale dell’oro ha identificato cinque principi cardine su cui basarsi per il rinnovo del fixing. Il Consiglio è convinto che le caratteristiche seguenti, oltre ai principi fissati dall’OICV, sono auspicabili per un sistema di riferimento del prezzo moderno:
1) Il sistema deve basarsi su operazioni commerciali effettuate piuttosto che sulla sottomissione al corso.
2) Il prezzo deve essere negoziabile e non solo un prezzo di riferimento.
3) I dati utilizzati per la determinazione del prezzo devono essere trasparenti, pubblicati e sottoposti a verifiche contabili.
4) Il prezzo deve essere calcolato a partire da un un mercato liquido attraverso il quale circola una notevole quantità di oro.
5) Esso dovrebbe rappresentare il prezzo dell’oro disponibile, dal momento che molti utenti desiderano richiedere la consegna del loro metallo.

Fonte dell’articolo: WorldGoldCouncil

Speak Your Mind

*