Un trader newyorkese porta in tribunale le banche responsabili del fixing di Londra

 

Barclays Plc, Deutsch Bank AG e tre altre banche sono state accusate di manipolare il fixing di Londra, un atteggiamento molto frequente sul mercato del metallo giallo del valore di 20 trilioni di dollari.

Kevin Maher, un abitante di New York afferma aver comprato e venduto dell’oro, azioni aurifere e contratti a termine sull’oro, ha fatto ricorso presso il tribunale federale di Manhattan. Secondo lui, le cinque banche responsabili del fixing di Londra si sarebbero prodigate per manipolarlo.

Il ricorso di Maher include alcuni comunicati stampa, fra cui uno articolo pubblicato la settimana scorsa da Bloomberg a proposito dei movimenti di prezzi particolari collegati al fixing. Quest’articolo è stato il primo a suggerire che le banche (fra tutte le coinvolte ritroviamo anche Bank of Nova Scotia, HSBC Holdings Plc e la Société Générale SA) siano colpevoli di manipolazione.

Le autorità che, in tutto il mondo, indagano già su altri tipi di manipolazione, dai tassi d’interesse fino ai tassi di cambio, analizzano ora il mercato dell’oro. Potete leggere l’articolo completo su Blomberg cliccando qui

 

 

Speak Your Mind

*