Le riserve d’oro brasiliane sono aumentate di 17.2 tonnellate

 

Nel mese di ottobre le riserve d’oro del Brasile sono aumentate di 17.2 tonnellate anche come quelle del Kazakistan e della Russia che hanno acquistato più di 40 tonnellate d’oro.

Secondo la FMI, le riserve d’oro del Brasile sono aumentate il mese scorso di 17.2 tonnellate d’oro, il che rappresenta i livelli più alti da gennaio 2001. Si tratta del primo acquisto effettuato dal Brasile ultimamente dal Dicembre del 2008.

Riserve d'oro Brasile

« Si tratta di un acquisto importante da parte della banca centrale brasiliana, e questo spingerà probabilmente il mercato dell’oro a dare un’occhiata. Ciò conferma le voci di mercato secondo le quali c’erano grandi acquisti d’oro da parte di alcune banche centrali e ciò sarebbe stato un punto fondamentale per stabilire un prezzo interessante il mese scorso.» ha dichiarato Edel Tully, analista presso UBS AG a Londra.

Nello stesso tempo le riserve del Kazakistan sono aumentate di 7.5 tonnellate mentre la Russia e la Turchia hanno comprato rispettivamente 0.4 e 17.5 tonnellate d’oro.

Per la prima volta da giugno 2012, la Germania, il secondo paese a detenere oro nel mondo dietro gli Stati Uniti, ha ridotto le proprie riserve d’oro di 4.2 tonnellate.

Nel 2012 le banche centrali hanno continuato ad accumulare dell’oro mentre questo metallo dovrebbe registrare guadagni per il 12esimo anno consecutivo e gli investitori detengono un numero record di azioni aurifere comprate in borsa, secondo i dati registrati da Bloomberg.

I paesi hanno acquistato 373.9 tonnellate d’oro nei 9 primi mesi dell’anno e gli acquisti potrebbero oltrepassare i 450 – 500 tonnellate alla fine dell’anno, secondo le previsioni del World Gold Council.

« Pensiamo che le banche continueranno ad acquistare massicciamente. Sono probabilmente preoccupate dai rischi legati all’inflazione e alle valute » ha detto recentemente Dan Smith, analista presso Standard Chartered Plc a Londra.

 

Speak Your Mind

*