L’oro verso nuovi record fino a 2300 dollari

 

Michael Pento, di Pento Portfolio Strategies, ha stupito tutti dichiarando a King World News di puntare su nuovi record dell’oro, con un probabile aumento del prezzo fino a 2300 dollari all’inizio dell’anno prossimo. Pento, ha anche dato il suo parere sulle attese della settimana con le decisioni dei pianificatori centrali ed il loro impatto sui mercati.

Ecco l’opinione di Pento a proposito dell’oro e della Fed: “Andiamo verso nuovi record. Sono del 99% le chance che un QE3 sia presentato giovedi. Alcune tipologie di
alleggerimento quantitativo verranno svelate giovedi.

Cours de l'or

Se succede questo, io penso che l’oro si avvicinerà al record storico di 1920 dollari l’oncia e dal prossimo gennaio aumenterà indubbiamente fino a 2300 dollari. Non valuto il valore del dollaro americano nei confronti di un’altra carta moneta imperfetta come l’euro. La Banca Centrale Europea ha già annunciato la programmazione di acquisti d’obbligazioni sovrane illimitati e sterilizzati.

Ma come l’ho già detto, questi acquisti non saranno completamente sterilizzati…

La basa monetaria sta per crescere nella zona euro e vedrete una stagflazione incancrenire l’insieme della zona UE17.

Stessa cosa per gli Stati Uniti: se continuano su questa strada, vedremo l’inflazione come mai l’abbiamo vista prima. Ricordatevi questo: non abbiamo avuto di banca centrale, come quella sotto Ben Bernanke, che ha osato minacciare di attuare un quantitative easing infinito.

Lasciatemi spiegarvi il significato. Questo vuol dire che la Riserva Federale va a stampare X miliardi di dollari al mese, fino a quando un obiettivo economico sia compiuto. Praticamente, l’idea di Bernanke è quella di continuare a stampare la moneta ed attaccare oltre alle classi medie fino a quando il tasso di disoccupazione passi dal 8.1%  a circa il 6%.

Certo possiamo far scivolare il tasso di disoccupazione intorno al 6%, ma l’unico modo per arrivarci con questi clown, sarebbe che la maggioranza dei disoccupati abbandonino la ricerca di un’altro impiego.

Se tutti smettessero di cercare lavoro, indovinate un pò? Il tasso di disoccupazione sarebbe vicino a zero…  E’ l’unico modo per ridurre il tasso di disoccupazione in questo paese se continuamo a credere nella filosofia del deficit budgetario finanziato da una banca centrale“

Fonte: King World News


Speak Your Mind

*