Il cartello dell’oro manipola i prezzi dei metalli preziosi – Traduzione dell’intervista a Bill Murphy

 

Traduciamo qui una parte dell’intervista a Bill Murphy rilasciata dalla trasmissione televisiva Capital Account in onda su Russian Today, con Lauren Lyster.

Lauren Lyster: In uno dei suoi scritti, John Ruskin, scrittore e critico d’arte britannico, racconta la storia di un uomo che ha preso una nave per trasportare tutta la sua ricchezza sotto forma di monete d’oro, contenute in un grande sacco. Durante il tragitto si è scatenata una tempesta e l’uomo è stato costretto ad abbandonare la nave : prese con se anche il sacco con le monete d’oro ma essendo troppo pesante finì per affogare. Il corpo dell’uomo è stato ritrovato parecchio tempo dopo assieme ai resti della nave e Ruskin si è chiesto quanto oro poteva avere su di lui, visto come è caduto a picco. Vi abbiamo raccontato questa storia per farvi capire come sia durevole nel tempo il valore del metallo giallo anche attraverso i secoli : rappresenta non soltanto una riserva di valore ma anche una soluzione per la fine…il suo valore non diminuisce nemmeno quando è in fondo al mare.

Nella storia occidentale, l’oro è sempre stato sinonimo di moneta, basta vedere come i personaggi del film « Gone with the Wind » contino i loro soldi : « Ci sono molti soldi :10,20,30,50, non banconote ma oro!».

Non molto tempo fa sia Stati Uniti che Europa basavao il loro sistema economico sull’oro ma dopo il regime di cambio fluttuante che abbiamo conosciuto alla fine di  Bretton Woods nella fine degli anni ’70, possiamo ancora dire siamo in una sorta di d’étalon-or visto che il mercato del metallo prezioso reagisce alla devalutazione attuale delle monete cartacee.

Dopo tutto, l’oro è in crescita costante ed a volte molto freneticamente, come nel 2001, quando si cambiava a meno di 300 dollari l’oncia, fino a toccare i 2000 dollari lo scorso anno. Ci sono poi persone, come l’econimista Nouriel Roubini, che considerano questa crescita come una bolla cominciata nel 2009. Il punto positivo è che il mercato tende ad avere vita propria e a non tenere conto di ciò che pensano i professori universitari ed i politici

Ma anche se il mercato non ha bisogno di supervisioni accademiche i politici hanno ancora bisogno del mercato, e del mercato dell’oro in particolare, ed è per questo motivo che le banche centrali conservano un occhio di riguardo verso il metallo giallo. Come ha dichiarato James Turk in una recente intervista per il nostro canale, l’oro è il «messaggero» e ci dice che la gente non ha fiducia nei governi  e nemmeno nelle banche centrali.

Ma fin dove i governi, le banche centrali con le loro manipolazioni «too-big-to-fail» (qui le banche che manipolano il corso dell’oro e che sono troppo grosse per essere fatte fallire) arriveranno a modificare il corso dell’oro?Questa manipolazione che esiste ed è reale dove è applicata e come?

Bill Murphy ci aiuterà a rispondere ai suddetti quesiti, presidente del Gold Anti-Trust Action Committee e veterano del settore dei metalli preziosi. È raro avere l’occasione d’intervistarla : prima di tutto benvenuto nella nostra trasmissione Bill Murphy e grazie della disponibilità.

– Bill Murphy: Grazie è un piacere essere con voi Lauren Lyster.

– Lauren Lyster: Come ho già detto, siete un veterano nell’industria delle materie prime e la questione è molto chiara ai vostri occhi : il mercato dell’oro ha ancora del potenziale?

– Bill Murphy: È da più di vent’anni che lavoro sul mercato dei metalli preziosi e non sono sicuro se un altro bene ha realizzato un performance del genere nella storia. Penso inoltre che continuerà ancora a lungo: il Cartello dell’Oro, che si compone di banche come la HSBC, Jp Morgan, FED, BIS, tenta di rallentare l’ascensione del prezzo del metallo giallo attraverso ciò che i chiamo “managed retreat” (ritiro anticipato dal mercato)…ciò che sta succedendo e che succederà anche nei prossimi anni.

– Lauren Lyster: Per quanto tempo durerà ancora questo rialzo del settore ?

– Bill Murphy: Questo dipende da quanto ancora il cartelo dell’oro continuerà a controllare il mercato prima di lasciare che il metallo si scambi liberamente, prima o poi dovranno farlo. Abbiamo tenuto una conferenza a Yukon, chiamata Gold Rush21, nell’agosto del 2005, ed in quel periodo, quando l’oro era scambiato a 436 dollari, credevo che per rendere libero mercato il prezzo doveva oscillare tra i 3/5000 dollari. Oggi l’oro ha superato la soglia dei 2000 dollari ed è destina a crescere.

– Lauren Lyster: 3000 dollari prima di un calo?

– Bill Murphy: No, può aumentare anche molto di più, le cose che sostenevo nel 2005 sono rimaste d’attualità : penso che quando si stampa moneta come lo si è fatto ultimamente questa soglia può aumentare ancora.

– Lauren Lyster: È interessante. Adesso parleremo delle ragioni per cui c’è questo rialzo e se viene alimentato solo dalla fuga verso l’oro fisico come bene rifugio oppure fa parte di un ciclo logico, oppure di una tendeza su scala maggiore.

– Bill Murphy: Ci sono molti aspetti in ballo. Si tratta di un ciclo logico che comprende molti aspetti diversi, come l’inflazione, la domanda e la disponibilità sul mercato. Abbiamo cominciato ad intuire la manipolazione dell’oro dal 1999 cica, coi Russia e Cina molto attivi e banche centrali che compravano molto. Circa tre o quattro anni fa invece le banche centrali dell’Euro Zona hanno venduto 45tonnellate di oro in un anno  ed ora si trovano a rischio di default, pentendosi della scelta fatta, come molta altra gente del Gold Cartel.

– Lauren Lyster: Adesso vorrei parlare di un altro argomento al posto della manipolazione del Gold Cartel, e rigiarda i diritti di proprietà : un buon soggetto di discussione al riguardo viene da ciò che ho sentito da parte di molti investitori dopo la storia della MF Global che comunicò ai propri investitori la scomparsa del loro denaro dopo il fallimento della stessa. Il fatto che la gente sia tornata ad investire nell’oro fisico dimostra la preoccupazione generale verso i loro diritti di proprietà e verso la sicurezza del loro denaro ?

– Bill Murphy: Si ovviamente, per tutelare i diritti di proprietà e la sicurezza del denaro l’oro è sicuramente una buona soluzione. Sono sbigottito dal fatto che la CME abbia lasciato che tutto ciò accadesse. Hanno sostenuto che non c’è stato alcun fallimento ma tuttavia molta gente ha perso tutti i risparmi. Si, in tal senso l’oro è un bene di rifugio, la gente dovrebbe comprarne ma ciò fa nascere anche il problema di dove conservarlo dopo. Alcuni ETF non sono affidabili. Con l’ETF GLD avrete JP Morgan o HSBC come « guardiani », c’è anche il SLV, sul mercato dell’argento.

– Lauren Lyster: La sua risposta ha sollevato il prossimo punto dell’intervista ovvero la ragione di possedere l’oro delegando la responsabilità ad un altro, qual è il meccanisco che spinge verso un ETF dal punto di vista degli investitori ?

– Bill Murphy: Direi che ce ne sono di differenti…Ad esempio non sappiamo cosa HSBC può fare con l’oro, o JP Morgan con gli SLV (EFT in argento). Non c’è alcuna regola o legge che gli impedisce di prestare, offrire oro o argento sul mercato…non lo possiamo sapere. Allora la chiave p sapere dove e come il vostro oro viene dconservato.

– Lauren Lyster: Parliamo un pò più nel dettaglio di questa manipolazione del mercato perchè coinvolge i governi, le banche, i mercati finanziari dove agiscono anche le banche centrali che sicuramente sanno qualcosa riguardo alla percezione del denaro e sono seriamente preoccupate dall’andamento mondiale.Il problema che devono considerare prima di tutto è appunto la percezione che il popolo ha della propria moneta : lei e molta altra gente che abbiamo avuto il piacere d’intervistare affermano che c’è una manipolazione dell’oro ma anche delle altre materie prime, ad opera di grossi istituti bancari come le già citate Jp Morgan e HSBC, qual è la sua opinione in merito?

– Bill Murphy: Penso a questo argomento ogni volta che l’oro aumenta il suo valore quando invece sentiamo sempre parlare d’imminente declino. Sentiamo parlare della crisi, dei problemi del dollaro della troppa inflazione. È un momento difficile per l’economia, per i politici ed anche per le grosse banche, per questo motivo fanno di tutto per mantenere il controllo dell’oro, il metallo giallo è un barometro della salute finanziaria e non vogliono che salga perchè così rivelerebbe tutta la fragilità della moneta.

– Lauren Lyster: …questo spiega il perchè di questa manipolazione, ma dove sono le prove, come la si può effettivamente dimostrare ?

– Bill Murphy: Bene, questo è divertente…si tratta di una sorta di processo per omicidio. Abbiamo 100, 200, 500 prove che dimostrano la colpevolezza dell’imputato…prove che cominciano dal 1999, dunque tantissime…molte inoltre sono di dominio pubblico, la gente può visitare il nostro sito (gata.org) dove tutto è alla luce del sole. Paul Volker a detto, nelle sue memorie, che uno dei più grandi errori che ha commesso è di non avere potuto manipolare il prezzo dell’oro al ribasso. Coloro che lo hanno poi succeduto hanno continuato su questa falsa riga, su grande scala quando Robert Rubin era segretario del Tesoro.

– Lauren Lyster: Potete allora darci l’esempio più lampante come prova che ci dimostrerebbe come questa manipolazione è in corso?

– Bill Murphy: Certamente. Le cose sono più evidenti di quanto non possa sembrare per chi segue quotidianamente il mercato finanziario. Quando il prezzo dell’oro sale avviene un vero e proprio assalto, che solitamente si svolge vero le 3am di New York quando i traders d’oro aprono bottega, questo è quello che viene chiamato Piano A. È qualcosa che è successa circa 5/6 volte nelle ultime settimane.

– Lauren Lyster: Qual è invece il rapporto tra le banche centrali e le banche d’investimento, come la JP Morgan o la HSBC, che dite essere implicate nella manipolazione del corso dell’oro ?

– Bill Murphy: Hanno evidentemente bisogno di una certa quantità di oro o argento fisico per il mercato : oggi credo che hanno fatto abbassare il prezzo dell’oro di 14$ in pochi minuti! Poi avviene un vuoto di notizie e nessuno sa cosa starà per succedere, è in questo frangente che loro cercano di sbarazzarsi degli investimenti a lungo termine speculativi, giocano a farlo più e più volte ritirandosi poi dal mercato perchè la legge del mercato e dell’offerta è così controcorrente rispetto alle loro posizione sul mercato.

– Lauren Lyster: Stiamo parlando con Bill Murphy delle banche centrali implicate nella manipolazione del corso dell’oro ed ho potuto notare che le stesse banche degli stati hanno accumulato dell’oro aumentando le loro riserve di più di 500 tonnellate nell’ultimo biennio, con in testa i paesi emergenti.

Abbiamo visto che le banche centrali hanno accumulato delle riserve, tra cui Messico, Russia e Turchia secondo le cifre rese note dall’AMF a marzo. Secondo il World Gold Council, le banche centrali cinesi si sarebbero mosse facendo grandi acquisti negli ultimi mesi del 2011. Allora cosa succedde?È possibile che hanno un vantaggio economico da tutto questo?

Adesso riprendiamo l’intervista di Bill Murphy, presidente del GATA.

Allora Bill Murphy, con le banche che accumulano dell’oro e questa manipolazione che secondo lei è in corso, queste banche voglione preservare la percezione nella gente che la moneta è ancora affidabile.

– Bill Murphy: Assolutamente! Come detto, grosse banche, come quella centrale della Cina, sono pronte a comprare oro tra i 1620$ ed i 1645$: poi avviene questo grande attacco e di colpo il prezzo torna ad abbassarsi e successivamente rimonta immediatamente a causa degli acquisti fatti a questo prezzo. Per me questi sono dei fatti concreti…

Il governo russo e la banca centrale russa conoscono ovviamente il GATA. Avete menzionato Oleg V. Mozhaiskov, che in una grande conferenza sui metalli preziosi nel 2004 pronunciò un’unica parola in inglese ovvero GATA. Andrey Bykov un economista che ha lavorato anche Vladimir Putin è venuto due volte alle nostre conferenze ed è rimasto molto colpito. Dopo la prima conferenza il prezzo dell’oro era molto basso per poi impennarsi due giorni dopo. I russi continuano a seguirci così come i cinesi da vicino, ho avuto io stesso tre video-chiamate con la Chinese Investment Corporation, il fondo sovrano del paese. Siamo stati i primi a scoprire che la Cina stava comprando dell’oro cinque anni fa e ne abbiamo parlato per mesi prima che ciò diventi di dominio pubblico. Sanno dell’esistenza di un cartello dell’oro e cercano di comprare il più possibile prima che tutto crolli.

– Lauren Lyster: È interessante, quando vengono a trovarvi cosa dicono « Ehi, vorremmo tanto avere informazioni sulla manipolazione dell’oro ! », è così che succede ?

– Bill Murphy: No ovviamente, i russi ed i cinesi non dicono nulla, ascoltano e basta. Il più importante è che continuano a venire per ottenere più informazioni da parte nostra.

– Lauren Lyster: Perchè le banche centrali aumentano le loro riserve di denaro? Pensate che questi paesi in via di sviluppo vogliano introdurre una nuova moneta di riserva basata sull’oro o pensate che cercano di aumentare le loro riserve per portarsi allo stesso livello di Stati Uniti ed alcuni paesi d’Europa.

– Bill Murphy: Penso che sia normale che cerchino di aumentare le loro riserve visto che hanno tanti dollari nelle loro banche di stato. Guardate i cinesi, che hanno molti dollari nelle riserve, e sanno cosa facciamo : cercano solo una protezione. Durante una conferenza stampa in Africa del Sud ho sentito che i cinesi erano già ovunque e stavano costruendo già le loro riserve di metallo prezioso in Africa del Sud e attraverso l’Africa. Sapevano cosa stava per accadere e volevano proteggersi ma allo stesse tempo non potevano lasciar cadere il dollaro e nemmeno lo volevano.

– Lauren Lyster: Pensate ad un ritorno di una moneta di base sull’oro possibile?

 

– Bill Murphy: Si è possibile questa ipotesi, si parla già di alcuni paesi che utilizzano l’oro nelle sue transizioni, di una nuova moneta nelle differenti unioni che si verranno a creare, è ciò che gli Stati Uniti cercano assolutamente di evitare anche più dell’aumento del corso dell’oro.

– Lauren Lyster: Quando voi parlate della manipolazione del corso dell’oro, abbiamo sentito il nome delle banche centrali che potrebbero essere accusate di questa manipolazione tra cui quella centrale degli Stati Uniti, potrebbero essercene delle altre?

– Bill Murphy: La Banca d’Inghilterra è anch’essa implicata, ma la più importante è quella degli Stati Uniti, la Fed con gli aiuti di hedges funds e delle grandi banche come HSBC, JP Morgan e Goldman Sachs, che faceva il bello ed il cattivo tempo tre o quattri anni fa, e che oggi è completamente sparita dalla scena economica. È stato costituito un gruppo per non far alzare il prezzo dell’oro.

– Lauren Lyster: Adesso volevo farti una domanda particolare…avete menzionato a lungo la JP Morgan…sono stati sotto fuoco a lungo perchè secondo molti manipolavano i prezzi. Noi abbiamo sentito Blythe Masters, il capo del settore dei derivati, rispondere alle nostre domande in trasmissione e si è difesa dicendo che « la JP Morgan copre e coprirà le posizioni che detengono…le scommesse speculative non fanno parte della cultura dell’azienda…il mercato non vede tutto quello che facciamo ed i bloggers non hanno la minima idea della natura del business…o delle posizioni dei nostri clienti », cosa dice al riguardo?

– Bill Murphy:.Bene, lasciatemi dire ciò che penso: abbiamo testimoniato davanti alla CFTC, circa due anni fa, ed abbiamo delle testimonianze di Andrew Maguire dove illustrava al CFTC quando la JP Morgan bombardava il mercato e come avvertiva i suoi alleati…questo è continuato per tre o quattro mesi…ed è realmente successo! Le prove c’erano ma la CFTC non ha fatto nulla !Adesso dicono che potranno coprire ogni posizione ??Non è possibile !Abbiamo chiesto alla CFTC di confermare la loro copertura ma non lo faranno.

– Lauren Lyster: Grazie mille Blythe Masters per essere stato con noi e per ciò che ci ha svelato nelle vesti di direttore del GATA (Gold Anti-Trust Action Committee).

 

Speak Your Mind

*