Forte domanda d’oro fisico

 

Dall’inizio di questo mese d’aprile  l’US Mint, la Zecca americana che produce anche i Gold Eagles, ha già venduto 43 500 oncie sotto forma di monete. Ricordiamo che ad aprile del 2012, l’insieme delle loro vendite fu di 20 000 oncie.

Nel corso del primo trimestre 2013, l’US Mint ha venduto 292 500 oncie di monete d’oro, un aumento del 39% rispetto alle 210 500 oncie cedute nel primo trimestre del 2012. Le cifre delle vendite dell’US Mint costituiscono uno dei maggiori indicatori per quanto riguarda la domanda fisica del metallo giallo.

Notiamo che mercoledi scorso a Londra,  l’oro è tornato sopra la soglia simbolica dei 1580 dollari per la prima volta dal 2 aprile. Questa ripresa dei prezzi viene provocata da speculazioni secondo le quali i banchieri centrali delle maggiori economie mondiali adotteranno (come la Banca del Giappone) nuove misure, il che sosterrà la domanda di metalli preziosi come riserva di valore

 

 

 

Speak Your Mind

*