Egon von Greyerz: “L’oro toccherà i 4/5 mila dollari l’oncia e l’argento i 150 dollari”

 

Secondo Egon von Greyerz “… vediamo oggi un gran numero d’investitori disertare gli ETF sull’oro e richiedera la consegna del metallo giallo per custodirlo fuori dal sistema bancario. Sono profondamente scossi dal timore dal timore di una crisi. Si tratta di una fuga verso l’oro e l’argento, ed è appena cominciata”.

Ma ecco le dichiarazioni di Greyerz prima dell’annuncio del nuovo piano di salvataggio della BCE: “La BCE ha annunciato che il suo programma di acquisto dei titoli di stato sarà illimitato. Questo significa che sono pronti a comprare indipendentemente dal prezzo, l’obiettivo è controllare i tassi d’interesse ed evitare che esplodano nei pasi periferici della Zona Euro, permettendo la crescita.”

Draghi ha aggiunto che avrebbe fatto tutto il possibile per preservare la moneta unica e l’unione monetaria, cercando di coinvolgere anche la FMI: è la prova che siamo vicini a nuova stampa di moneta. Alcuni paesi però vivono solo grazie alla banche centrali, la stampa di moneta è solo una cura momentanea. 

Bce

Come Mario Draghi ha detto, alcuni paesi della Zona Euro sono in forte squilibrio, il ricorso alla stampa di altro denaro è certo, la prima tappa del nuovo piano di salvataggio è l’acquisizione illimitata dei titoli di stato.

Dire però che alcuni paesi sono in “forte squilibrio” è un eufemismo: si tratta invece di un disordine totale. La Grecia è in fallimento e l’Italia avrà presto bisogno di un’iniezione massiccia di fondi mentre la Spagna è un caso disperato.

La Banca Centrale di Spagna, che ha preso delle misure per andare  in contro alla BCE, presta anche al sistema bancario bisognoso di denaro per non colare a picco.

La Banca Centrale Spagnola non potrà prestare ancora per molto ed avrà presto bisogno del finanziamento della BCE, stessa cosa per Grecia, Irlanda, e Portogallo, paesi che ottengono dei finanziamenti dalla loro banche centrali, ma queste banche non potranno stampare abbastanza denaro per evitare la catastrofe.

Penso che assisteremo a molte turbolenze nel prossimo autunno: pressioni di paesi su altri, pressioni da parte della BCE, dei governi europei, della FMI e della FED. Tutti si batteranno per mantenere a galla il sistema corrente ricorrendo unicamente alla stampa di altro denaro per stimolare l’economia.

Come ho già detto parecchie volte, il mondo sta fallendo economicamente, finanziariamente e moralmente: non c’è alcun modo per ritornara alla situazione precedente, precedente alla crisi cominciata nel 2008. Così i pochi privilegiati che possiedono dei beni di rifugio fanno il possibile per eliminare il rischio di default, un rischio pericoloso nel sistema.

Ho sempre detto che i beni custoditi presso il sistema bancario sono esposti ad un rischio di default molto importante: anche l’oro detenuto presso le banche corre lo stesso rischio. Abbiamo visto molti esempi di oro allocato e poi sparito in seguito alla crisi degli istituti bancari che lo detenevano.

Oggi vediamo oggi un gran numero d’investitori disertare gli ETF sull’oro per optare sulla consegna del metallo giallo per custodirlo fuori dal sistema bancario. Sono profondamente scossi dal timore dal timore di una crisi. Si tratta di una fuga verso l’oro e l’argento, ed è appena cominciata.

L’oro in una cassaforte di una banca non è al sicuro perchè in caso di fallimento il metallo non verrebbe restituito ai legittimi proprietari…non avrete accesso al vostro oro in caso di fallimento dell’istituto incorrendo così nel rischio di default. Dunque è bene non tenere il proprio oro in banca, la cosa più importante e che oro ed argento fisici si trovino fuori dal sistema bancario. È l’ultimo rimedio per conservare la ricchezza del bene.”

Greyerz ha ugualmente aggiunto: “questo movimento di fuga dell’oro e dell’argento dalle banche è appena cominciato…finiremo per vedere l’oncia d’oro guadagnare 100$ al giorno, e l’argento farà ugualmente ma con meno entità. Sarà una crescita del tutto autonoma.

A breve termine vedremo l’argento toccare i 50$ l’oncia, poco più di 2000$ per quella d’oro. Ma voglio aggiungere che l’oro a moi parere toccherà i 4/5 mila dollari prossimamente, mentre l’argento raggiungerà i 150$ senza necessariamente dover subire prima una correzione. Dopodichè vivremo una fase di stabilizzazione dei corsi.

Occorre però ricordare agli investitori che i corsi di oro ed argento, come tutta gli altri del resto, non seguono un linea retta ma sono soggetti ad una normale volatilità, per cui bisogna essere preparati, ma il rialzo dei metalli è sicuro.”

 

Fonte: King World News


Speak Your Mind

*